alert the media: a new blog in the cloud!

ho pensato di avere un altro blog parallelo che traduca l’aspetto contemplativo della fraternità in riflessioni, interventi ecc.quello cioè per cui si fa un blog…

ecco il primo pezzo… azzardato? visionario?
vi ho mai detto che i registi come terry gilliam e kim ki duk – o vabbè anche tim burton – mi piacciono molto?

http://faciusblog.tumblr.com/post/7307546751/alert-the-media

Share

Un Commento a “alert the media: a new blog in the cloud!”

  • raffaele ibba scrive:

    Bel sito, questo e l’altro (monks in the web) … San Bonifacio è veramente grande e il blog è bello. Manca, se posso fare una piccolissima osservazione, la possibilità di fare un commento come quello che sto facendo adesso.
    Gioia in Gesù Risorto.
    ciao
    r

Lascia un Commento

dalla Regola di vita
Accoglienza e formazione dei nuovi membri
In caso di non ammissione ai voti la comunità esprime per iscritto le ragioni che motivano la scelta e si impegna ad aiutare la persona a discernere la sua vocazione nella Chiesa offrendole la propria amicizia, la propria preghiera e l’esperienza che ha potuto maturare nell’accompagnamento spirituale. Soprattutto loro vengono affidati ad un santo o ad una santa.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.