Entriamo nel Triduo Santo

Ecco… i giorni della salvezza giungono
lo Sposo, sottratto alla nostra vista
Perseguitato, deriso e ucciso
– sulla Croce per amore nostro –
lo Sposo ci raggiunge col suo splendore
Lì dove ci siamo rifugiati
Nei nostri inferi
Nelle nostre porte chiuse
Ci raggiunge e ci salva!


Share

Un Commento a “Entriamo nel Triduo Santo”

Lascia un Commento

dalla Regola di vita
Accoglienza e formazione dei nuovi membri
Può chiedere di pronunziare i voti chi vive già da almeno un anno la vita comunitaria. La richiesta va fatta al capitolo.

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.