Entriamo nel Triduo Santo

Ecco… i giorni della salvezza giungono
lo Sposo, sottratto alla nostra vista
Perseguitato, deriso e ucciso
– sulla Croce per amore nostro –
lo Sposo ci raggiunge col suo splendore
Lì dove ci siamo rifugiati
Nei nostri inferi
Nelle nostre porte chiuse
Ci raggiunge e ci salva!


Share

Un Commento a “Entriamo nel Triduo Santo”

Lascia un Commento

dalla Regola di vita
Vita di lavoro
Nella formazione dei nuovi membri si ha una cura particolare nel discernere anche la loro “vocazione” lavorativa e, se ancora non l’hanno, si offre loro il tempo e il sostegno necessario per la formazione professionale.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.