Novena di san Bonifacio: ottavo giorno

martirio di san Bonifacio

martirio di san Bonifacio

Vi invitiamo a vivere questa novena con noi, con un testo che abbiamo tradotto dal francese e che stiamo usando per celebrare la preparazione alla festa del nostro patrono. A questo link trovate il testo in francese e qui sotto le “strofe” (stanze) di oggi!
Attraverso questo akatisto possiamo ripercorrere la storia della vita del nostro Santo e assaporarla con i testi della preghiera!
Oggi preghiamo sugli ultimi anni della vita del Santo e col martirio… mentre celebrando nella liturgia i martiri dell’Uganda, non possiamo non ricordare tutti i martiri di oggi in Africa e in Asia e nel resto del mondo, come il dilagare della follia dell’ideologia LGBT: san Carlo Lwanga fu martirizzato anche per le sue resistenze alle avances omosessuali del re di cui era paggio …

Buona novena! Ci affidiamo anche alla vostra intercessione per noi!

XI stanza

Scrivesti anche al clero d’Inghilterra*
Chiedendo preghiere per i tuoi missionari*
Per benedire le loro fatiche apostoliche*
E pregare per coloro che avevano lasciato questo mondo*
Per andare a salmodiare davanti l’Altissimo*
E cantare con gli angeli:
Alleluia!

Sentendo arrivare il momento del tuo riposo in Cristo*
Hai ordinato il tuo successore a Magonza*
E hai ripreso il bastone da missionario*
Per portare Cristo nelle lontane terra della Frisia*
O infaticabile operaio nella vigna del Signore*
Noi ti diciamo:
Rallegrati, tu, alba e crepuscolo uniti in un solo impegno
Rallegrati, tu, cha mai hai abbandonato il campo di battaglia
Rallegrati, tu, benedetta perseveranza nella via di Dio
Rallegrati, tu, che hai sempre risposto alla chiamata di Dio
Rallegrati, tu, infaticabile combattente di una giusta causa
Rallegrati, tu, vincitore con la dolcezza ineffabile di Cristo
Rallegrati, san Bonifacio, Apostolo, Vescovo e Martire!

 

XII stanza

Nella vigilia della festa di Pentecoste*
Ti preparavi a confermare i nuovi cristiani*
Vennero dei barbari e ti assalirono*
Ma hai impedito che si usasse la forza per resistervi*
Tu accettasti la morte*
Cantando al Signore Gesù:
Alleluia!

Era un tuo desiderio quello di morire martire*
Da tanto tempo avresti voluto ricambiare con la tua vita*
Il sacrificio che Cristo ha fatto della sua vita per te*
Sapendo come san Paolo che la morte è un guadagno*
Sei morto pienamente esaudito*
E noi proclamiamo:
Rallegrati, tu, coraggio invincibile di tutti i santi martiri
Rallegrati, tu, imponente fermezza dei santi confessori
Rallegrati, tu, serenità irriducibile degli eroi della fede
Rallegrati, tu, vittima immolata come il Signore
Rallegrati, tu, che non ti sei arreso nell’ultima battaglia
Rallegrati, tu, che sei morto per rinascere alla vita eterna
Rallegrati, san Bonifacio, Apostolo, Vescovo e Martire!

Share

I Commenti sono chiusi

dalla Regola di vita
Vita di preghiera
A volte, a discrezione della comunità, anche alcuni momenti di preghiera personale possono essere vissuti insieme. Anche in questo caso, tuttavia, ogni membro trova il tempo di significativi momenti di preghiera solitaria.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.