Novena di san Bonifacio: terzo giorno

2015-05-19 16.17.31

immagine di Santa Orsola con il reliquiario realizzato dal nostro fratello Daniel

Oggi ci accompagna una nostra grande protettrice: santa Orsola Ledóchowska: è la sua festa!
Vi invitiamo a vivere questa novena con noi, con un testo che abbiamo tradotto dal francese e che stiamo usando per celebrare la preparazione alla festa del nostro patrono. A questo link trovate il testo in francese e qui sotto le “strofe” (stanze) di oggi!
Attraverso questa preghiera possiamo ripercorrere la storia della vita del nostro Santo e assaporarla con i testi della preghiera!
Oggi possiamo provare a fare un momento di adorazione della Croce o leggere la vita di santa Orsola.

Buona novena! Ci affidiamo anche alla vostra intercessione per noi!

III stanza

Sei andato, poi, nel monastero di Nutcell*
Lì sei cresciuto in conoscenza e sapienza*
Sei stato incaricato di insegnare ai tuoi fratelli*
E quando hai raggiunto l’età dei trent’anni*
Sei stato consacrato sacerdote*
e hai lodato Dio cantando
Alleluia!

Sei stato apprezzato dall’Arcivescovo e dal Re*
Ma non desideravi per niente gli onori del mondo*
Gemevi pensando alle disgrazie di tutti i popoli*
Che ancora non conoscevano la salvezza in Cristo*
Tu volevi essere missionario*
e noi ti acclamiamo:

Rallegrati, tu, amante innamorato solo dell’amore di Dio
Rallegrati, tu, desiderio di offerta per diffondere la Parola
Rallegrati, tu, compassione ineffabile per gli abbandonati
Rallegrati, tu, slancio verso lo straniero che diverrà tuo fratello
Rallegrati, tu, sofferenza indicibile per quelli che sono senza Cristo
Rallegrati, tu, amorevole incarnazione della carità
Rallegrati, san Bonifacio, Apostolo e Martire! 

 

IV stanza

Ti fu concesso di andare a predicare Cristo*
Per o popoli senza fede della Frisia*
Ti sei messo in cammino e si giunto a Utrecht*
Ma il re Radbod ha fermato il tuo slancio missionario*
E tu sei ritornato in Inghilterra, salmodiando:
Alleluia!

I tuoi fratelli ti elessero alla morte dell’abate*
Ma sei riuscito a evitare quella carica*
E sei andato a Roma per trovare il beato Pietro*
Il Papa e pastore ti ha dato la sua benedizione*
Per evangelizzare la Germania e noi ti diciamo:

Rallegrati, tu, monaco perfetto, scelto da Dio e dai tuoi fratelli
Rallegrati, tu, esempio completo della vita comune
Rallegrati, tu, modello delle qualità della vita monastica
Rallegrati, tu, manifestazione del carisma dell’ascesi
Rallegrati, tu, immagine serafica della vita in Cristo
Rallegrati, tu, dono di Dio a chi non lo conosce
Rallegrati, san Bonifacio, Apostolo e Martire!

Share

I Commenti sono chiusi

dalla Regola di vita
Vita di comunione ecclesiale
Il dialogo continuo con i fratelli e le sorelle di tutte le Chiese che vivono questa esperienza di vita battesimale, è una necessità e un’esigenza continua della fraternità, di ogni sua comunità e di ogni suo membro.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.