Santo Natale

natale

 

Il Signore della vita ci doni di accogliere con gioia la sua presenza.
Ecco una straordinaria strofa di un inno liturgico di san’Efrem:

Tua madre è causa di meraviglia:
il Signore è entrato in lei
ed è divenuto un servo;

Egli, che è la Parola, è entrato
ed è divenuto silenzioso dentro di lei;

il tuono è entrato in lei e non ha emesso suono;
è entrato il Pastore di tutto, e in lei è diventato
l’Agnello che vagisce non appena esce fuori.

Buon Natale a tutti voi!

Share

Un Commento a “Santo Natale”

  • Tonino scrive:

    Da quando ho avuto la fortuna di essere accolto in questa comunità parrocchiale, le ore che vi trascorre per servire, (poche per la verità)
    fare qualcosa per la comunità, sono tra quelle che mi danno un piacere di pienezza. Un Santo Natale a tutti.

Lascia un Commento

dalla Regola di vita
Vita di castità
Nella comunità la carità è anzitutto un rapporto amicale con Dio e con gli altri che ha le caratteristiche della discrezione e dell’affetto reciproco: così si adempie al duplice comandamento dell’amore che il Signore ci ha lasciato nell’ultima sua cena.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.