Articoli marcati con tag ‘giorno’

carne

Il segreto di questa festa e la sua ragione ultima è tutta in una parola
che, a pensarci bene, dev’essere costata tanto a san Giovanni!
La parola è “carne”…
San Paolo ha scritto tanto e predicato molto
di come bisogna lasciare la carne con i suoi desideri e seguire lo Spirito.
Così san Giovanni nel dire che il Verbo si è fatto carne
deve aver avuto coraggio e anche una certa audacia nel farlo!
Ma tutto è qui! In questa piccola parola…
Che dobbiamo intendere bene…
perché san Giovanni lo sa che può essere frainteso quello che vuol dire!

Leggi il resto di questo articolo »
Share
dalla Regola di vita
Vita di povertà
Lo scopo del pasto non è soltanto nutrirsi adeguatamente, ma anche quello di assaporare la gioia della vita fraterna e condividerla con altri. La povertà o l’ascesi non siano mai e per nessun membro della comunità un pretesto per evitare di partecipare alla mensa fraterna o sottovalutarla.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.