Articoli marcati con tag ‘omelia’

Vale la pena! Fidati…

IMG-20181221-WA0047

Valledacqua, 24 dicembre 2018
Veglia di Natale
Is 9,1-6   Sal 95   Tt 2,11-14   Lc 2,1-14

Nella notte
(non quella contemporanea, piena di luce
ma quella che ancora puoi trovare forse nel sud del mondo
dove c’è solo il buio che non è rischiarato da nulla)
in questa notte, che fa paura, brilla una luce!

Inattesa.
Inedita.
Una luce brilla! Leggi il resto di questo articolo »

Share

incontro!

incontro santa elisabettaValledacqua, 23 dicembre 2018
IV domenica di Avvento
Mi 5,1-4; Sal 79; Eb 10,5-10; Lc 1,39-45

Alle porte del Natale ecco l’ultimo annuncio profetico!
Una ragazza incontra un’anziana.
Entrambe sono accumunate dal dono della maternità.
Potrebbe sembrare “normale” per la ragazza,
meno lo è per l’anziana che, forse, ormai non potrebbe più essere feconda.

Tutto l’annuncio sta in questo verbo che ho usato: “incontrare”!
Quando vivremo la pienezza del giorno di Natale
dovremmo ricordarcelo: siamo invitati ad incontrare qualcuno.
Qualcuno viene da noi e noi andiamo verso di Lui.
Ecco! Un incontro! Leggi il resto di questo articolo »

Share

profezia

Giovanni-Battista3-800x400-800x400Valledacqua, 16 dicembre 2018
III domenica di Avvento
Sof 3,14-17; Is 12,2-6; Fil 4,4-7; Lc 3,10-18

“Che cosa dobbiamo fare?” chiedono a San Giovanni Battista
Ed è già una cosa importante, bella!
Sapere come comportarsi, come agire in modo “virtuoso”
è qualcosa che serve a ogni uomo per poter vivere una vita autentica. Leggi il resto di questo articolo »

Share

quando la Parola ti piomba sulla testa

johnthebaptistValledacqua, 9 dicembre 2018
II domenica di Avvento
Bar 5,1-9; Sal 125; Fil 1,4-6,8-11; Lc 3,1-6

L’Eterno piomba nel tempo!
Proprio così si apre il Vangelo che abbiamo ascoltato!
Con l’Eterno – la Parola di Dio, cioè – che abita l’eternità,
ma in preciso momento storico – e san Luca ci tiene a determinarlo bene –
questo eterno precipita nel tempo e investe Giovanni Battista

E lui non può che esserne servitore, servo, annunciatore.
Se non lo facesse sarebbe disonesto con la sua storia
con quello che gli è successo, con quello che è.
Sarebbe dilaniato dentro… distrutto dentro…

Che cosa c’entra con noi tutto questo? Leggi il resto di questo articolo »

Share

più giovane del peccato

Valledacqua, 8 dicembre 2018
Solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria
Gen 3,9-15.20; Sal 97; Ef 1,3-6.11-12; Lc 1,26-38

Camminiamo verso il Signore che viene
ma, mentre andiamo, ecco che oggi facciamo una sosta
o, forse meglio, una tappa importante nel cammino
fermandoci a scoprire un mistero cristiano
che ancora oggi divide i credenti e le Chiese:
la Concezione immacolata della Madonna Leggi il resto di questo articolo »

Share
dalla Regola di vita
Vita di castità
Il venerdì sera ogni comunità vive un momento di riconciliazione reciproca in cui ogni membro si accusa di tutte le colpe commesse in foro esterno e dona a ciascun membro della comunità il sollievo del proprio perdono.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.