Articoli marcati con tag ‘Papa’

de paupertate Ecclesiae

3_teresa_calcuttauno dei grandi temi del pontificato di papa Francesco è la riscoperta di una categoria “conciliare” che in qualche modo sembrava essere messa da parte o poco considerata: la povertà della Chiesa… (ma raffaella potrebbe farci scoprire perle del magistero di Benedetto XVI al riguardo)

con uno slogan che il Papa ha usato nell’incontro con i giornalisti all’indomani della sua elezione:

una Chiesa povera e per i poveri

Leggi il resto di questo articolo »

Share

la discontinuità di papa Francesco

ora possiamo dirlo! ci voleva proprio un nuovo Papa! le ragioni? molti ne hanno espresse tante… molte contro o l’uno o l’altro dei Pontefici ancora viventi, molte fantasiose e degne di un romanzo di fantareligione
ma nessuno, forse, ha considerato la traccia più ordinaria, più semplice: quella sotto gli occhi di tutti che fin dall’inizio il Papa emerito ha detto Leggi il resto di questo articolo »

Share

francesco vs benedetto

17 marzo 2013: papa Francesco al suo primo Angelus

1 maggio 2005: primo Regina Coeli di papa Benedetto XVI

Giorno dell’Angelus per il nuovo Papa che non smette di attirare simpatie e apprezzamenti… e anch’io, allora, mi metto a far paragoni e confronti nella singolar tenzone tra Benedetto XVI e Francesco! “Confrontiamo i primi Angelus dei due Pontefici” mi son detto e ho scoperto qualcosa di interessante… Leggi il resto di questo articolo »

Share

inabissamento

l’inabissamento indica la sparizione
dato che tutto ciò che finisce nell’abisso
scompare

Gregorio di Nissa, In inscriptione Salmorum, II, XIII

BenedettoXVIleaveNel pensare al termine del ministero petrino di Benedetto XVI, nell’ascoltare le straordinarie parole che egli ha pronunciato nelle sue comunicazioni pubbliche dallo scorso 11 al 28 febbraio 2013 – che sono come una summa del suo magistero e che lo consacrano come un vero dottore della Chiesa all’inizio di questo millennio – una parola mi suona giusta, vera, descrittiva: inabissamento Leggi il resto di questo articolo »

Share

il Papa “rinuncia” e alza il tiro…

inutile dirlo: è stato spiazzante!
l’annuncio dato oggi, 11 febbraio 2013, davanti ai “signori cardinali” della rinuncia del nostro Santo Padre Benedetto XVI al ministero petrino, a norma del canone 332 §2 del CIC, è stato un evento storico e dalle conseguenze straordinarie…

più che Celestino V, a me viene in mente Giovanni XXIII ai primi vespri di san Paolo il 25 gennaio 1959 che come un fulmine a ciel sereno annunciò candidamente l’indizione di un Concilio Ecumenico

pape_benoit_XVI

Leggi il resto di questo articolo »

Share
dalla Regola di vita
Accoglienza e formazione dei nuovi membri
È bene che chi abbia intenzione di essere ammesso ai voti per la prima volta faccia gli esercizi spirituali di sant’Ignazio per un mese. Tuttavia questo non è obbligatorio, né può essere causa di rigetto della richiesta di ammissione ai voti.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.