Articoli marcati con tag ‘preghiera’

una preghiera per le vocazioni

Il Papa, prossimo beato

il beato Giovanni Paolo II

Oggi, memoria liturgica del beato Giovanni Paolo II, cominciamo una novena per chiedere per la nostra fraternità il dono di uomini e donne che vogliano vivere come noi la chiamata ad essere monaci missionari per il nuovo millennio cristiano…

vuoi unirti anche tu? puoi trovare un momento del giorno in cui recitare questa preghiera…

ecco il testo:

Leggi il resto di questo articolo »

Share

Una preghiera per le vocazioni

La bella giornata della beatificazione di Giovanni Paolo Secondo ci ha fatto venire il desiderio di affidare alla preghiera le vocazioni per la nostra fraternità …

così abbiamo iniziato una novena…

se vuoi ricevere il testo scrivici a info@bonifacius.it e te la invieremo

Share
dalla Regola di vita
Vita di castità
Secondo il comandamento della Genesi che invita l’uomo e la donna a lasciare il padre e la madre, rivivendo l’invito fatto ad Abramo di lasciare tutto per andare dove Dio indicherà e seguendo l’esempio dei monaci missionari e di san Bonifacio, in particolare, ogni membro della fraternità sceglie di lasciare la propria famiglia d’origine, rinuncia liberamente al matrimonio e accoglie i fratelli e le sorelle della fraternità come la famiglia che il Signore gli (le) dona.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.