Una Via Crucis per la Settimana Santa IV

Gesù cade per la seconda voltaVII stazione
Gesù cade per la seconda volta

Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse … un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio. Sulle sue spalle è il potere e il suo nome sarà: Consigliere mirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace. (Sap 9,1.5)

La Sapienza eterna di Dio, il Verbo increato si è fatto carne nel grembo della Vergine Maria
Non solo è divenuto Parola nella bocca dei profeti
Ma ha rivestito la nostra carne, corrotta del peccato, segnata dal male e dal dolore
Ha sofferto come tutti noi, e ha gioito; ha pianto come tutti noi, e ha riso
Fin dove arriverà il suo abbassamento? Fin dove giungerà la sua divina condiscendenza?

Piccolo bambino di Betlemme, tu che soffri per noi, abbi di noi pietà
Principe della pace, il cui regno non è di questo mondo, donaci un cuore umile


Gesù incontra le donne di GerusalemmeVIII stazione
Gesù incontra le donne di Gerusalemme

“In quel giorno il Signore toglierà l’ornamento di fibbie, fermagli e lunette, orecchini, braccialetti, veli, bende, catenine ai piedi, cinture, boccette di profumi, amuleti, anelli, pendenti al naso, vesti preziose e mantelline, scialli, borsette, specchi, tuniche, turbanti e vestaglie. Quando il Signore avrà lavato le brutture delle figlie di Sion e avrà pulito Gerusalemme dal sangue che vi è stato versato, con il soffio del giudizio e con il soffio dello sterminio, allora creerà il Signore su ogni punto del monte Sion e su tutti i luoghi delle sue assemblee una nube di fumo durante il giorno e un bagliore di fuoco fiammeggiante durante la notte, perché la gloria del Signore sarà sopra ogni cosa come protezione. (Is 3,16a.18-23;4,4-5)

Falsa pietà e compassione è quella delle ricche figlie di Sion, delle donne di Gerusalemme
Vera pietà e compassione è quella del Figlio delle Vergine di Israele
Che non si adorna di amuleti e ricchi orecchini d’oro, di unguenti preziosi e profumati
Ma che prende su di sé il sangue dell’uomo omicida e peccatore
E diventa peccato, perché in Lui sia distrutta la carne del peccato e l’uomo sia salvato

Tu la cui veste è sena cuciture e ti offri per noi peccatori: gloria a Te!
Tu che sei stato unto con nardo prezioso, effondi su di noi il dolce profumo del tuo Spirito Santo!

Share

Lascia un Commento

dalla Regola di vita
Altre norme
Tutta la vita delineata è una forma di penitenza alta e di grande valore spirituale. Tuttavia ogni membro della comunità potrà scegliere forme personali di penitenza in esplicito accordo con la propria guida spirituale e con il consenso del(la) responsabile della comunità.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.