Articoli marcati con tag ‘quaresima’

Obbedienza, povertà, castità:le vie per vincere il diavolo!

x2t6bvuhMarina di Minturno
14 febbraio 2016
I domenica di Quaresima

Questa pagina del Vangelo, a leggerla bene, sembra davvero un ritratto del nostro mondo
Del nostro mondo interiore, ma anche del tempo in cui siamo
In cui le tentazioni del demonio sembrano mostrarsi con una chiarezza impressionante!
Prendiamo ad esempio la prima tentazione del demonio a Gesù!
Gesù ha la capacità di poter trasformare le pietre in pane e che male c’è a farlo?
Tra l’altro ha anche fame, ha anche un bisogno da soddisfare…
È proprio la tentazione dei nostri tempi: “Se si può fare, perché non farlo?” Leggi il resto di questo articolo »

Share

Marzo 2015

11035473_10153118897643960_2628365482593198587_nIl mese di marzo è stato dominato dalla Quaresima: un tempo così straordinariamente pieno di grazia, di sentimenti interiori, di affetti spirituali davanti a Colui che vive la Passione per noi, peccatori.
Abbiamo vissuto il tempo del digiuno, della sobrietà della vita, del silenzio … Leggi il resto di questo articolo »

Share

Marzo 2014

CiboIl mese di marzo si è aperto con una salita: il cammino quaresimale!
andiamo verso l’alto: ascendiamo a Gerusalemme per vivere la Pasqua del Signore …
abbiamo vissuto un mese straordinario di grazia: il digiuno che facciamo è esigente e bello Leggi il resto di questo articolo »

Share

A scuola dalla Vergine Maria III: ritiro di quaresima

Ecco il programma del prossimo ritiro che vi proponiamo:

Venerdì 1 aprile
durante il giorno, dalle 9.30, c’è l’esposizione del Santissimo Sacramento
17.30   Benedizione Eucaristica
18.00   Liturgia della sera
18.45    Incontro “a sorpresa”
20.00  Via Crucis a Minturno

Sabato 2 aprile
7.00    Messa dalle suore dell’orto
9.00    Incontro di introduzione alla Lectio
Lavoro
12.30   Liturgia del giorno
15.00   Preghiera dei misteri dolorosi
16.00   Insegnamento spirituale
Lavoro
19.30   Liturgia vigilare della sera
20.30  Visione del film Ostrov (l’Isola)

Domenica 3 aprile
8.00      Liturgia del mattino
10.00   Messa
11.30    Condivisione

il luogo è la Parrocchia di san Biagio a Marina di Minturno
ognuno può partecipare a quello che gli interessa di più
se qualcuno vuol condividere con noi anche i pasti o altri momenti… è il benvenuto! basta mettersi in contatto con noi…

Share

Preghiera quaresimale di sant’Efrem, il Siro

da recitare ogni giorno

Signore e Sovrano della mia vita,
non darmi uno spirito di ozio,
di curiosità, di superbia
e di loquacità.

Segue una metania

Concedi invece al tuo servo
uno spirito di saggezza,
di umiltà, di pazienza
e di amore.

Segue una metania

Sì, Signore e Sovrano,
dammi di vedere le mie colpe
e di non giudicare il mio fratello;
poiché tu sei benedetto nei secoli dei secoli. Amen.

Dopo questo versetto si dice inchinati per 12 volte:

O Dio, sii propizio a me peccatore e abbi pietà di me.

Di nuovo una metania e l’ultimo versetto della preghiera:

Sì, Signore e Sovrano,
dammi di vedere le mie colpe
e di non giudicare il mio fratello;
poiché tu sei benedetto nei secoli dei secoli. Amen.

e per chi volesse qualche idea sul digiuno può seguire questo “menù”

Share
dalla Regola di vita
Vita di lavoro
Nel territorio e nel tempo in cui vive ogni comunità è chiamata a essere un “laboratorio della fede”, secondo la felice espressione del papa Giovanni Paolo II ai giovani riuniti per il Giubileo dell’anno 2000. In tale prospettiva la comunità progetta e realizza delle iniziative particolari.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.