Benvenuto!!!!

22 agosto 2006. Getsemani,
festa della Regalità della Vergine:
ho fissato la “Regola di vita”.
Cerco di viverla io per primo…

25 gennaio 2014:
L’Arcivescovo di Gaeta riconosce la Fraternità
nella Chiesa diocesana


La strada continua sotto lo sguardo
Del Signore e della Vergine Maria
Visita di tanto in tanto queste pagine…
Cresceranno, anche grazie a te!


Il Signore ti benedica e ti dia pace
francesco

se vuoi contattaci a questo indirizzo: info[@]bonifacius.it

I primi e gli ultimi

Church-Pew-with-WorshippersMarina di Minturno
21 agosto 2016
XXI domenica del Tempo Ordinario

Chi sono gli ultimi? E chi sono i primi?
Facile descrivere i “primi”: sono quelli a cui rivolge Gesù nel Vangelo
E di cui ci da una descrizione molto dettagliata
Proviamo a descrivere i “primi”
Leggi il resto di questo articolo »

Luglio 2016

laverna
Abbiamo iniziato il mese di luglio con un’esperienza in parte nuova: siamo tornati a La Verna, ma questa volta non da soli, ma insieme a diversi amici: Ilva e Giuseppe; Gaetano, Alessio, Stefano; Francesco, Monica, Chiara e Serena. Tanti altri avrebbero voluto venire, ma non gli è stato possibile. Siamo partiti il 1° luglio e abbiamo fatto tappa al Santuario della Madonna del Sasso, a Bibbiena, dove abbiamo celebrato la Messa. Poi abbiamo fatto una visita all’Eremo di Camaldoli e abbiamo incontrato Maria, di Gaeta! Siamo quindi giunti nel pomeriggio a La Verna in tempo per la Via Crucis e i Vespri. Lì abbiamo anche accolto Massimiliano, un nostro amico di Pistoia, che ci ha raggiunto lì. Il giorno seguente abbiamo partecipato alla preghiera liturgica dei frati, abbiamo fatto un incontro tra di noi e poi un momento di incontro con fra’ Luigi, il nostro amico novizio ponzese. Per il pranzo ci ha raggiunto Andrea di Firenze che è stato con noi tutto il pomeriggio. La sera ci hanno lasciato Francesco, Monica e le figlie. La domenica mattina siamo ripartiti e abbiamo fatto tappa ad Assisi. Un bel viaggio alla scoperta della santità e della vita fraterna! Leggi il resto di questo articolo »

Ama come tu sei amato!

Vincent van Gogh, Il Buon Samaritano (1890)

Marina di Minturno
7 luglio 2016
XV domenica del Tempo Ordinario

“Fa’ questo e vivrai!” e poi “Va e anche tu fa’ così”
Entrare nella vita eterna non è un diritto! Non è una rivendicazione!
Non è neanche questione di esser buoni o cattivi! È, invece, un fare…
Importante! Essenziale! Prezioso!
Bisogna “fare” qualcosa per poter entrare nella vita, quella vera
Non possiamo accettare, noi cristiani, quelli che pensano che basti vivacchiare
Oppure quelli che si fanno soltanto condurre qua e la da qualsiasi vento
O chi aspetta che la vita decida per loro, che aspettano il “destino”, il “fato”
Il compiersi di profezie oscure o di preveggenze strane
Leggi il resto di questo articolo »

Maggio e giugno 2016

antoniodilegge
Sono stati mesi pieni di incontri, pieni di avvenimenti, pieni, addirittura, di emozioni!

Abbiamo avuto molto ospiti: è passato a conoscerci Fiorentino, di Aversa e con lui abbiamo vissuto alcune belle giornate insieme! Poi dalla Sicilia è venuto a trovarci Davide, ad esempio, che già l’anno scorso in estate era stato con noi qualche giorni; e poi c’è stato anche Pietro, dalla Sardegna: con loro e tanti altri amici, abbiamo festeggiato san Bonifacio! Abbiamo avuto persino il privilegio della visita dell’abate di Cava de’ Tirreni, dom Michele che il 1° giugno, andando a Gaeta per l’anniversario dell’ordinazione presbiterale del nostro Arcivescovo, ha fatto una piccola tappa da noi insieme al carissimo dom Luigi, un suo anziano confratello: per noi è stato un momento davvero significativo! Anche noi, però, abbiamo fatto visita ad Antonio Di Legge, un giovane di Scauri che è novizio a Montecassino. Leggi il resto di questo articolo »

The standing Jesus

04372867ef273bc411c8bed1449c9350 Marina di Minturno
26 giugno 2016
XIII domenica del Tempo Ordinario

 

Nel Vangelo di san Luca questo è uno snodo essenziale
E il testo che abbiamo appena ascoltato lo mette bene in evidenza
Con un linguaggio particolarmente importante e solenne
Cha fa da riferimento addirittura alla fine di tutto il Vangelo:
Gesù sarà elevato in alto e questo è il “compimento” di tutto… Leggi il resto di questo articolo »

dalla Regola di vita
Vita di comunione ecclesiale
La partecipazione e la conoscenza della vita culturale del mondo e dei luoghi in cui vive ogni comunità è, perciò, una necessità propria della fraternità. Ogni membro, attraverso il suo lavoro, i propri interessi e le competenze personali, è chiamato a viverla.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.