Benvenuto!!!!

22 agosto 2006. Getsemani,
festa della Regalità della Vergine:
ho fissato la “Regola di vita”.
Cerco di viverla io per primo…

25 gennaio 2014:
L’Arcivescovo di Gaeta riconosce la Fraternità
nella Chiesa diocesana

6 novembre 2017:
la Fraternità si stabilisce
nell’Abbazia di san Benedetto in Valledacqua

La strada continua sotto lo sguardo
Del Signore e della Vergine Maria
Visita di tanto in tanto queste pagine…
Cresceranno, anche grazie a te!


Il Signore ti benedica e ti dia pace
francesco

se vuoi contattaci a questo indirizzo: info[@]bonifacius.it

Nuova creazione

Nel Vangelo abbiamo ascoltato che è il primo giorno della settimana!
Dopo il riposo del sabato…
Nel giorno in cui la creazione è stata compiuta, un nuovo evento accade per opera di Dio!
Come lo Spirito aleggiava sulle acque primordiali (Gn 1,1),
così lo Spirito oggi si stende sul corpo del Cristo vittima del caos della morte
e lo rialza, lo risolleva, lo sottrae alla corruzione!
È un nuovo evento il cui unico parallelo è la creazione!

Leggi il resto di questo articolo »

è nella notte…

È nella notte che i prodigi di Dio si compiono.
È nel silenzio che Dio agisce, crea, provvede, salva.
È nella debolezza che si sperimentano le provvidenze di Dio.

Leggi il resto di questo articolo »

potere

Gesù è il protagonista della sua Passione.
Non è un semplice sfortunato capitato nelle mani di persone cattive.
È Lui che dirige ogni cosa.
Pensa Pilato di avere “il potere di metterti in libertà e il potere di metterti in croce” (Gv 19,10)
Invece è Gesù che guida la sua Passione.

Leggi il resto di questo articolo »

preti

In questi tempi in cui la fede e, soprattutto, la nostra Chiesa viene così criticata e osteggiata
è bene che in questo giorno poniamo lo sguardo sul sacerdozio.
Non quello fondamentale ed essenziale, che ci viene donato col Battesimo,
ma quello che alcuni uomini della Chiesa ricevono come dono speciale.
Il Papa spesso parla di quel male che è anche dentro la Chiesa e chi si chiama clericalismo.
In cui c’è quella straordinaria distorsione per cui tutto nella Chiesa vale solo se c’è il ministero del sacerdozio.
Ci sono quelli che vorrebbero il sacerdozio delle donne; quelli che vorrebbero i sacerdoti sposati;
c’è chi parla di dare importanza ai laici e così via.
Ed è una mentalità clericale: il servizio dei preti è un ruolo sociale di potere e prestigio
e, allora, tutti devono poter averlo.

Leggi il resto di questo articolo »

Spettacolo

Luca Signorelli - Crocifissione

Giovanni ci riferisce queste parole di Gesù:
“Dove vado io, voi non potete venire”
L’ha detto ai giudei (Gv 8,21) e poi ai discepoli (Gv 13,33).
Nella sua Passione noi non possiamo che stare a vedere!
Ed è quello che racconta san Luca oggi, come abbiamo sentito.
La crocifissione è uno spettacolo: una cosa da vedere, a cui assistere (Lc 23,48).

Leggi il resto di questo articolo »
dalla Regola di vita
Regola di vita della Fraternità di San Bonifacio
La fraternità ha come modello unico il Cristo, che visse senza separazioni una profonda vita di comunione e intimità con il Padre e il peregrinare per l’annuncio della salvezza. Il ministero di Gesù in Galilea è il mistero della sua vita che dona forma ad ogni membro della fraternità; un mistero da approfondire, studiare e vivere con crescente profondità e vitalità. La santa terra di Cafarnao, luogo dove il Signore abitava e da cui partiva per l’annuncio della salvezza, è particolarmente cara ad ogni membro della fraternità.
per pregare con noi oggi

I monaci hanno fatto l'Europa,
ma non l'hanno fatta consapevolmente.
La loro avventura è anzitutto, se non esclusivamente,
un'avventura interiore,
il cui unico movente è la sete.
La sete d'assoluto.
La sete di un altro mondo,
di verità e di bellezza,
che la liturgia alimenta,
al punto da orientare lo sguardo
verso le cose eterne;
al punto da fare del monaco
un uomo teso con tutto il suo essere
verso la realtà che non passa.
Prima di essere delle accademie di scienza
e dei crocevia della civiltà,
i monasteri sono delle dita silenziose
puntate verso il cielo,
il richiamo ostinato, non negoziabile,
che esiste un altro mondo,
di cui questo non è che l'immagine,
che lo annuncia e lo prefigura.